Chiude a Natale in Italia, Conte: Potenziali misure restrittive nelle regioni

A fronte dell’elevato numero di contagi da coronavirus in Italia (Ecco i dati di mercoledì 14, che è un record, anche se a fronte di un numero record di scansioni effettuatePaura del Prof. Potenziale assicurazione, Come quello accaduto nei primi mesi del 2021.

Crisantemo: chiudere a Natale nell’organizzare le cose

Il primo a parlarne mercoledì è stato un virologo dell’Università di Padova Andrea CresanteUno dei “genitori” ‘Modello Veneto’ Come evidenziato dalla gamma di pratiche attuate dalla regione sotto la guida di Luca Zaia, È tra i primi colpiti da Covid-19, a differenza di quanto accaduto in Lombardia.

“Penso cheChiudere a Natale riordinando le cose“, Ha detto Chrysanti a RaiNews24. “Potrebbe ripristinare il sistema, ridurre la trasmissione di virus e aumentare la tracciabilità dei contatti. Così come siamo, il sistema è saturo.”

Conteggio: bloccato? Possibili misure regionali

Il Primo Ministro ha risposto alle parole di Chrisante, Giuseppe Conte. “Non mi pongo aspettative per il Natale, ma piuttosto mi aspetto le misure più appropriate, appropriate e sostenibili per evitare la chiusura”, ha detto il premier. Tuttavia, ha sottolineato che la necessità di misure restrittive più dure sarebbe “il comportamento dell’intera comunità nazionale: questo è un gioco in cui si vince o si perde tutto”. Conte ha anche spiegato che le Regioni potrebbero prendere misure più dure: “Ci siamo preparati La possibilità per i superiori di introdurre misure restrittive non appena se ne presenti la necessitàPer chi soffre di sollievo è necessaria una convenzione con il ministro della Salute “.

Tuttavia, Conte ha spiegato come La direzione della curva dell’infezione Ora è innegabilmente preoccupante: “Questo è il motivo per cui abbiamo adottato misure restrittive (dpcm nuovo, Con misure prese in bar, ristoranti, club, lavoro intelligente, feste private e anche prima, Il decreto che reimposta l’obbligo di indossare maschere su tutto il territorio nazionale, Editore). Non ci è piaciuto per niente ma dobbiamo rispettare queste regole. Se il numero di feriti e di persone negli ospedali aumenta, soprattutto in terapia intensiva, avremo di nuovo difficoltà “. In questo momento, la terapia intensiva non appare sotto pressione eccessiva – Ecco i dati, aggiornati tre giorni fa – Ma in Lombardia, ad esempio, il capo del Nucleo di Terapia Intensiva, Prof. Pesenti, Ha già manifestato la sua disponibilità a riaprire l’ospedale in fiera quando necessario.

READ  30 Le Migliori Recensioni Di Materasso Una Piazza E Mezzo Testato
Pregliasco e l’ipotesi del blocco del Milan

Per parlare di Chiusura completa – Il riferimento in questo caso a una città MilanoE il Una delle regioni più colpite dall’aumento degli infortuni nelle ultime ore – Era anche un virologo Fabrizio Brigliasco, In un’intervista a Popolare Radio. “Sarà necessario, temo, imporre più restrizioni, che spero saranno locali, legate all’individuazione di focolai specifici e possibilmente alla chiusura di un quartiere in un determinato contesto”. Chiusura a Milano «Potrebbe essere possibile. Immaginiamolo come uno scenario. Boris Johnson lo ha fatto in Inghilterra per le grandi città, ma lo immagina anche la Francia. Purtroppo non capisco perché dovremmo essere esentati. Posso temerlo e Devi visualizzarlo e pianificarloPrende interventi semplici e soprattutto ha il potere di ridurre tutto ciò che non serve, che in questo periodo va rimandato a tempi migliori. Dobbiamo vedere l’evoluzione di questi giorniAlla fine di questa settimana, ha deciso cosa fare da lì. “Non possiamo aspettarci niente”, ha detto ai giornalisti il ​​governatore della Lombardia Attilio Fontana. “Non siamo in grado di rispondere, dovremo ascoltare i tecnici e le valutazioni che faranno”.

L’articolo è in aggiornamento …

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Formula1Passion.it