Il buco dell’ozono ha superato le dimensioni dell’Antartide. “Ci saranno più fiori fino a ottobre”.

Il buco dell’ozono si forma durante la distruzione dello strato di ozono terra. Quindi, vengono rilasciati nell’atmosfera composti chimici chiamati freon e halon, che sono dannosi per l’ambiente e possono persistere nell’atmosfera fino a 100 anni. Gli scienziati avvertono che se le persone non apportano cambiamenti, il buco dell’ozono può causare enormi inondazioni associate allo scioglimento dei ghiacciai, gravi siccità e, di conseguenza, portare alla carestia.

Guarda il video
Alto livello di anidride carbonica nell’atmosfera. Non è stato così per molto tempo

Gli scienziati stanno osservando lo sviluppo del buco dell’ozono: molto grande e probabilmente profondo

Attualmente, il buco dell’ozono nell’emisfero australe copre un’area di 20 milioni chilometri Quadrato. Per fare un confronto, l’Antartide ha un’area di 14 milioni chilometri Quadrato. Quest’anno il buco dell’ozono è superiore al 75%. Il più grande, registrato a settembre dall’inizio delle misurazioni (dal 1979).

Lo strato di ozono sopra l’Antartide è monitorato dal Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS) gestito dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). Il centro effettua le misurazioni grazie ai dati satellitari raccolti.

– Lo sviluppo del buco dell’ozono quest’anno come previsto all’inizio della stagione. Sembra abbastanza simile a quello che è successo l’anno scorso, che è stato anche uno dei buchi dell’ozono più lunghi. Il vortice è abbastanza stabile e le temperature nella stratosfera sono più basse rispetto allo scorso anno. Quindi osserviamo un buco dell’ozono abbastanza grande ed è anche probabile che sia profondo (…) Notiamo che il buco non si sta espandendo molto rapidamente, ma ci aspettiamo che cresca di più entro l’inizio di ottobre – dice ECMWF Vincent-Henri Beoch, capo del programma di monitoraggio satellitare dell’Unione europea.

READ  Le migliori recensioni di samsung a10 cover testato

Il 40% dei giovani non vuole avere figli a causa del cambiamento climatico

Un buco nell’ozono si forma sull’Antartide ogni anno durante la stagione primaverile dell’emisfero australe (cioè da agosto a ottobre). Raggiunge il suo apice tra metà settembre e metà ottobre. Quando la temperatura nella stratosfera inizia a salire, la perdita di ozono rallenta, tempo metereologico L’elettrodo diventa più debole e alla fine collassa per formare un foro. Entro dicembre, i livelli di ozono sono tornati alla normalità.

Rudzińska-Bluszcz Green Morning Gazeta.pl“I diritti legati a un ambiente pulito sono diritti umani”

*****

Il cambiamento climatico aumenta il rischio di incendio

L’aumento della temperatura, insieme a intense ondate di calore e cambiamenti nei modelli meteorologici (come precipitazioni più intense ma meno frequenti) sono gli effetti previsti del riscaldamento globale.

Ciò aumenta i rischi nelle aree colpite incendi. Ad esempio, un rapporto scientifico commissionato dal governo australiano stima che un aumento di 2°C della temperatura in molte parti del paese aumenterà l’intensità degli incendi del 25%, dimezzerà l’area coperta dagli incendi e ridurrà l’intervallo di tempo tra un incendio che si verifica.

Nelle aree in cui ci sono incendi, come la California e l’Australia, possono essere più pericolosi di prima. La grave siccità e il caldo, ad esempio, consentono l’insorgere di incendi massicci: i singoli incendi possono raggiungere i 500.000 ha. Questa dimensione del fuoco è fuori dal controllo dei vigili del fuoco.

Puoi leggere di più sugli effetti della crisi climatica e sulle soluzioni che abbiamo per combatterla sul sito web Zielona.Gazeta.pl.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Formula1Passion.it