Il governo spagnolo prosegue il processo dopo la protesta razzista – Parlamento


|

Il governo spagnolo ha annunciato l’arresto del caso dopo una manifestazione di estrema destra considerata omofoba e razzista sabato (18 settembre) a Madrid.

«Attireremo l’attenzione dell’accusa sull’odio razziale contro le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender durante la manifestazione nazista di oggi a Chueca”, lo storico quartiere gay della capitale spagnola, ha twittato sabato sera il ministro dell’Uguaglianza, Irene Montero, esponente del partito di sinistra radicale Podemos.

Sabato circa 200 manifestanti hanno marciato per le strade del centro di Madrid, scandendo slogan come “froci fuori dai nostri quartieri” dove “La Spagna è cristiana, non musulmanaSecondo i video trasmessi da diversi media spagnoli.

La manifestazione di domenica a destra è stata denunciata anche dal vicesindaco di Madrid, Begonia Villas (Ciudadanos) e dall’assessore alla sanità della regione metropolitana, Enrique Ruiz Escudero (Partito popolare).

La Spagna, che è all’avanguardia nelle politiche di genere in Europa, ha visto un’ondata di proteste a sostegno della comunità LGBT a luglio dopo la morte di Samuel Luiz, un gay maltrattato nel paese. nord-ovest del paese.

READ  Kalambuki incontro con i rappresentanti di Federalimentare

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Formula1Passion.it