La Battaglia di Rimini: L'”epopea” della 3° Brigata da Montagna Greca in Italia [pics]

Oggi sono 77 anni dalla battaglia di Rimini, quando la 3rd Brigata Greca da Montagna (EOT) ha scritto un’altra pagina di gloria nella ricca storia della nazione greca, combattendo sul suolo italiano nel settembre 1944, ottenendo una vittoria davvero storica celebrata da gli alleati.

Il Stato Maggiore della Difesa Nazionale Inserito 2 anni fa Saluto storico Sia per la 3° Brigata da Montagna Greca che per il suo lavoro al fronte, iniziato con la costituzione dell’unità e il suo sviluppo e le difficili battaglie combattute, fino alla Battaglia di Rimini conclusasi oggi 21 settembre, mentre una fotografia ha rivelato materiale e preziose informazioni storiche.

Formazione della 3rd Brigata da Montagna Greca

Dopo aver soppresso la ribellione il 6 aprile 1944, sciogliendo le unità che vi partecipavano, disarmando i loro uomini e trasferendoli in vari campi di concentramento, iniziarono le intense azioni del governo greco nello Stato Maggiore del Medio Oriente. Forze (GSDMA). Riorganizzare l’esercito greco in Medio Oriente e formare nuove unità in grado di partecipare alle operazioni alleate su vari fronti.

Battaglia di Rimini

Le consultazioni del governo greco con il GSDMA hanno portato alla decisione di formare una nuova brigata di montagna composta da ufficiali selezionati da unità sciolte o unità che non hanno partecipato alla ribellione del 6 aprile, basata sulla 2a Brigata. Il relativo documento GSDMA fu emesso il 31 maggio 1944 e si procedette immediatamente, sotto la supervisione della 9th Armata britannica, alla formazione della nuova brigata, sotto il nome di “3rd Greek Mountain Brigade” (III EOT). Il campo di Ansari in Libano fu identificato come sede della brigata e il suo primo comandante fu il colonnello Tsakalotos Thrasyvolos.

READ  30 Le Migliori Recensioni Di Carrello Porta Utensili Testato

La sua formazione e il suo equipaggio furono completati il ​​19 giugno, quando la brigata fu trasferita a Tripoli, in Libano, al Mountain Racing Training Center (KEOA), per l’addestramento e la preparazione di brevi oggetti da corsa in montagna in vista della partecipazione alle operazioni alleate in Italia. L’addestramento fu completato e completato in formazione militare il 28 luglio 1944.

Battaglia di Rimini

Trasferimento in Italia della 3rd Brigata da Montagna Greca

Dal 28 luglio 1944, per ordine del GSDMA, iniziò nel porto di Beirut la promozione dei materiali della brigata per l’imbarco sulle navi. Il trasferimento del suo personale su rotaia è iniziato, la mattina del 4 agosto, al porto di Haifa.

La brigata era trasportata dal transatlantico olandese “Ruys”, che salpò dal porto di Haifa alle 4:45 del mattino del settimo giorno del mese, per Taranto, in Italia, dove arrivò la mattina dell’11 agosto 1944.

Si trasferì quindi nello spoletino, dove fu regolarmente posto al comando della 2nd Divisione Neozelandese della General Ware (Second Dam). Il 28 agosto, dopo essere stato rinforzato con tre divisioni di trasporto dalla divisione, mi è stato ordinato da lei di essere promosso nella zona frontale.

Battaglia di Rimini

L’ingresso nella lotta della 3rd Brigata da Montagna Greca

Il 3 settembre la III EOT cambiò la sua consueta affiliazione, passò sotto il comando della 5° Divisione Canadese come sua riserva, e ricevette l’ordine di trasferirsi nel distretto di Santa Maria Pietrafita, a otto chilometri dalla linea del fronte.

Battaglia di Rimini

A mezzogiorno del 7 settembre, il comandante di brigata fu chiamato al quartier generale della 1st Divisione canadese, per essere informato della situazione regolare e della sua missione. Secondo il comunicato, la brigata è stata costretta a spostarsi la notte tra l’8 e il 9 settembre e sostituire la 3a Brigata canadese che era stata schierata in difesa a nord-ovest di Cattolica. Il suo compito era quello di coprire il fianco destro della 1 Divisione canadese, durante l’ultima offensiva pianificata in direzione di Rimini.

READ  30 Le Migliori Recensioni Di Bambola Reborn Femmina Testato

Battaglia di Rimini

Battaglia di Rimini (14-21 settembre 1944)

La notte tra il 13 e il 14 settembre, la 1 Divisione canadese si riunì nell’area a sud del fiume Marano, per attaccare alle 6:30 del mattino del 14 settembre. Alla 3a Divisione EOT fu ordinato di lanciare un attacco notturno alle 02:00 dello stesso giorno, in collaborazione con la 3a Brigata canadese, che avrebbe operato sul suo fianco sinistro. I movimenti dei reparti della brigata iniziarono ad occupare la base di spedizione nelle ultime ore del 13/14 settembre.

L’attacco della brigata iniziò alle 16:00 del 20 settembre con il 1 ° Battaglione dopo un bombardamento di artiglieria di dieci minuti. Con il supporto di carri armati e una dura battaglia catturò Santa Maria de los Colonel. Alle 16:30 seguì l’attacco del 2° Battaglione, sostenuto da artiglieria e carri armati. Il battaglione, combattendo eroicamente, sconfisse la resistenza nemica nel suo settore e alle 20:00 avanzò per 1200 metri a sud est di Rimini, occupando la prima meta della giornata.

Rimini finalmente cadde alle 09:00 del 21 settembre 1944. La sua cattura fu il premio per la battaglia bisettimanale all’EOT III contro un nemico che aveva una forte organizzazione difensiva e combatteva duramente di casa in casa e di mitragliatrice in mitragliatrice, affermando ostinatamente la terra.

Battaglia di Rimini

Nel pomeriggio del 21 settembre si è svolta nella piazza del paese una cerimonia, alla presenza di delegazioni di reparti della brigata greca, reparti canadesi e neozelandesi, per commemorare la bandiera di guerra del 2° Battaglione, entrato per la prima volta a Rimini tempo. . Da questo evento, la III EOT è stata poi denominata “Brigata Rimini”.

READ  Mertens 4°, Totti 5°... Capocannonieri tra i primi 5 club della Serie A

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Formula1Passion.it