Xi Jinping invita gli Stati Uniti a evitare i giochi a somma zero e a praticare il multilateralismo

Il presidente cinese Xi Jinping appare sullo schermo del quartier generale delle Nazioni Unite a New York il 21. Il presidente Xi ha tenuto un discorso programmatico all’Assemblea generale delle Nazioni Unite in un video preregistrato lo stesso giorno. New York = AP Yonhap News

Nel suo discorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente cinese Xi Jinping ha sottolineato che “dovrebbero essere evitati i piccoli gruppi, i giochi a zero profitti e la pratica del vero pluralismo”. Sebbene non si riferisca direttamente agli Stati Uniti, è un messaggio che critica indirettamente il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ogni giorno raccoglie alleati per contenere la Cina. I due leader che combattono per la supremazia globale si sono scambiati una retorica feroce rivolta l’uno all’altro, e il presidente Biden ha anche chiarito che continuerà a tenere sotto controllo la Cina.

“Il successo di un paese non significa l’inevitabile fallimento di un altro”, ha detto Xi nel suo keynote video preregistrato all’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 21 (ora locale). Questo prende di mira l’amministrazione statunitense, Joe Biden, che sta cercando di contenere la Cina creando “AUKUS”, un partenariato di sicurezza tra Stati Uniti, Australia e Regno Unito, dopo aver promosso il Quartetto (un organo consultivo sulla sicurezza per quattro paesi negli Stati Uniti, Giappone , Australia e India) e viene interpretato come un invito a cambiare la posizione di pressione sulla Cina.

Sottolineando che “la democrazia non è il brevetto di un monopolio di nessun Paese, ma il diritto del popolo di ogni Paese”, ha affermato Xi, “Il recente sviluppo degli affari internazionali ha dimostrato ancora una volta che l’intervento militare straniero e le cosiddette riforme democratiche causare enormi ripercussioni.” È pizzicato. “Dobbiamo costruire una nuova relazione internazionale basata sul rispetto reciproco, l’equità, la giustizia, la cooperazione e la vittoria reciproca, ampliare la portata degli interessi e tracciare il cerchio concentrico più grande”, ha affermato. Sebbene non abbia nominato gli Stati Uniti, si riferiva alle conseguenze della Guerra dei vent’anni in Afghanistan, che si concluse con il ritiro delle forze americane.

READ  Le migliori recensioni di stampa su tela testato

Il presidente Biden ha anche inviato un messaggio di avvertimento alla Cina, in cui ha affermato nel suo discorso che “sosterrà alleati e alleati e si opporrà a qualsiasi tentativo di superpotenza di controllare i deboli”. I due leader non hanno menzionato la parola “Cina” o “Stati Uniti” nei loro discorsi, ma si sono scambiati commenti taglienti l’uno verso l’altro.

Nel frattempo, il presidente Xi ha anche annunciato un piano per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2060. “Aiuterò i paesi in via di sviluppo a sviluppare energia pulita e a basse emissioni di carbonio”, ha affermato, e ha affermato che non costruirà nuove centrali elettriche a carbone all’estero. Ciò è interpretato come un’indicazione che non finanzierà la costruzione di centrali termiche, che sono i principali responsabili dell’inquinamento ambientale nel processo di promozione della Belt and Road Initiative, incluso il sostegno alla costruzione di infrastrutture all’estero.

Hyo Kyung Jo Reporter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Formula1Passion.it